La Diocesi

Diadmin

La Diocesi

Diocesi Piazza Armerina

Vicariati Foranei

La storia della diocesi di Piazza Armerina inizia nel XIX secolo. Il decreto di erezione fu emesso, infatti, il 3 luglio 1817 dal Papa Pio VII. Essa comprendeva inizialmente i Comuni di Piazza, Aidone, Assoro, Barrafranca, Caropepe (Valguarnera), Castrogiovanni (Enna), S. Filippo d'Agira, Imbaccari, Leonforte, Nissoria, Pietraperzia, Villarosa, smembrati dalla diocesi di Catania. Era suffraganea dell'Arcidiocesi di Monreale. In seguito alla ristrutturazione di alcune diocesi di Sicilia, in data 20 maggio 1844, Piazza Armerina perdette i Comuni di Assoro, S.Filippo d'Agira, Imbaccari, Leonforte e Nissoria, che furono aggregati alla nuova diocesi di Nicosia, per acquisire i Comuni di Butera, Mazzarino, Niscemi, Riesi e Terranova (Gela), smembrati dall'Arcidiocesi di Siracusa. Di essa divenne suffraganea la diocesi fino all'anno 2000. Oggi con la istituzione della Sede Metropolitana di Agrigento, Piazza Armerina ne è divenuta suffraganea assieme a Caltanissetta.
Il suo territorio ha una estensione di 2.003 Kmq., seconda in Sicilia solo alla diocesi di Agrigento. Confina a Nord con le diocesi di Nicosia e Cefalù; a est con Caltagirone e Ragusa; a Ovest con Caltanissetta e Agrigento. I suoi abitanti, secondo i dati del censimento 2001, ammontano a 220.299. La diocesi si articola in 12 Vicariati Foranei, tanti quanti sono i Comuni che la costituiscono, con 75 Parrocchie, di cui 13 tenute da Religiosi. Operano in diocesi 9 Comunità religiose maschili e 23 femminili. Vi operano 99 sacerdoti secolari; i Religiosi sono 46; le Religiose 165; i Diaconi Permanenti 8.

La Patrona della Diocesi è Maria SS. delle Vittorie, Patrono secondario San Gaetano.

Info sull'autore

admin administrator

Commenta